Luca Ronconi parla di Prato

(di Daniela Toccafondi)

Ancora oggi a Prato si ricorda bene la rappresentazione de L'Orlando Furioso di Luca Ronconi avvenuta nel 1973, in una versione curata da Edoardo Sanguineti e già presentata anni prima al Festival dei Due Mondi di Spoleto. Dal 1976 al 1979, Ronconi dirige il Laboratorio di Progettazione Teatrale presso il Teatro Metastasio, mette in opera Le Baccanti di Euripide (1977), Calderon di Pier Paolo Pasolini (1978) e La Torre di von Hofmannsthal (1978) ma soprattutto, insieme ad altri intellettuali, dà vita ad una stagione culturale memorabile per la città, frutto di un dibattito molto elevato, con la partecipazione di personaggi quali Gae Aulenti, Dacia Maraini, Franco Quadri. Nasce in quel contesto la volontà di adibire a spazio teatrale un ex edificio della locale industria manifatturiera: Il Fabbricone.